16 feb 2014

Corte del Volto Santo

Corte del Volto Santo 1Corte del Volto Santo 2Corte del Volto Santo 3Corte del Volto Santo 4Corte del Volto Santo 5Corte del Volto Santo 6Corte del Volto Santo 7Corte del Volto Santo 8Corte del Volto Santo 9Corte del Volto Santo 10

5 commenti:

stephanie dupont ha detto...

e proprio bella questa corte con tutti i suoi simboli...!!! e pensare che ci sono passata tante volte davanti senza mai notarla,solo l anno scorso,sono entrata....difficile da fotografare nel suo intero...bravo oscar...bella domenica..

VenetiaMicio ha detto...

Il y a toujours des découvertes grâce à toi, je ne connais pas du tout ce petit coin.
Merci
Baci
Danielle

luci ha detto...

Corte che sicuramente visiterò! Leone marciano molto bello anche se è post 1797.

Claudio ha detto...

Quando nel secolo XIV la Toscana fu sconvolta dalle lotte politiche fra Guelfi e Ghibellini, le conseguenti persecuzioni indussero molti lucchesi ad abbandonare la loro città natale per sfuggire a morte sicura.
Si trattava in maggioranza di artigiani assai esperti nella produzione di tessuti in seta di qualità,i quali trovarono asilo a Venezia,nel sestiere di Cannaregio,nei pressi del Rio Terà de la Maddalena.
E in questo luogo, fin dal 1360, ebbe sede la Confraternita dei Lucchesi,a simbolo della quale
fu posto l'emblema della stessa, cioè il Volto Santo del Cristo, replica del Crocefisso che si trova nella Cattedrale di San Martino a Lucca.
E proprio questa effigie è rappresentata più volte nella omonima corte e nel suo ambito,ovvero sulla vera da pozzo,nel sotoportego e in Rio Terà de la Maddalena,in prossimità dell'accesso alla corte stessa.
Ulteriori pregevoli caratteristiche del luogo sono: una piccola statua della Madonna retta da una mensola,posta su di uno spigolo e protetta da una piccola cappa metallica ad ombrello;una patera raffigurante due pavoni che si abbeverano, insidiati da due fiere;
un bassorilievo quadrato rappresentante un leone "in moleca" con libro chiuso;una ulteriore decoro a sesto rettangolare a sviluppo orizzontale recante centralmente una protome leonina;un originale traforo in pietra d'Istria singolarmente collocato al centro di un vano di finestra e sorretto da elementi in laterizio.
E dopo tanto materiale lapideo,un piccolo e grazioso particolare in bronzo:una piccola impugnatura da porta raffigurante un "moro",del tutto simile al "muso da porton" già commentato nel post del 17/9/2013,ed in questo caso costantemente lucidato come si evince dagli evidenti residui della sostanza pulente.
Come si vede,quella del Volto Santo è una piccola corte ricca di testimonianze del passato che la rendono sicuramente meritevole di una attenta visita.

Oscar ha detto...

stephanie: ho visitato questa Corte tantissimi anni fa e sono tornato a vederla molte altre volte. Avevo fatto parecchie foto di giorno ma non avevo mai fatto degli scatti di notte. Ciao

VenetiaMicio: Ciao! Quand vous arrivez à Venise? Baci

luci: dai un'occhiata anche agli altri particolari che non ho fotografato (era troppo buio). Ciao

Claudio: per fortuna che ci sei tu che aggiungi qualche informazione. Io sono riuscito a trovare solo il tempo per preparare il post. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...