08 nov 2013

Gondole traghetto (aggiornamento novembre 2013)

Gondole Traghetto 08 11 2013 N1
E' doveroso da parte mia fornirvi un aggiornamento a proposito delle gondole traghetto, da me sempre considerate come uno degli aspetti di una venezianità da conoscere e preservare. Dopo averne descritto la funzione ho cercato, nel limite delle mie possibilità, di controllarne l'attività, ma devo ammettere che negli ultimi tempi, preso da altre ricerche, non ho loro prestato sufficiente attenzione. Alcuni miei lettori mi hanno segnalato questa mancanza così, sabato scorso, ho deciso di verificare di persona tutti gli stazi Gondole Traghetto 08 11 2013 N2
Ed ecco cosa è emerso:

- 1 S.Marcuola (chiusa)
- 2 S.Sofia (in attività)
- 3 Riva del Vin/Riva del Carbon (in manutenzione)
- 4 San Tomà (in attività)
- 5 San Samuele (in manutenzione)
- 6 Santa Maria del Giglio (in attività)
- 7 Punta della Dogana (chiusa)

In pratica solo 3 in attività su 7
Il Comune di Venezia, nel giugno del 2012, aveva decretato che:
- a partire da luglio 2012, per il servizio della gondola traghetto, denominato anche "da parada", avrebbe erogato un contributo ridotto del 50% (quindi circa 300 mila euro anziché 600 mila);
- entro il dicembre 2012 avrebbe portato a termine la manutenzione di tutti gli stazi e delle gondole;
- dopo questa data tutte le manutenzioni sarebbero state a carico della società dei gondolieri titolari dei traghetti
- le tariffe, a carico dei cittadini, sarebbero state incrementate (da gennaio 2013) a 70 centesimi (per i residenti e i possessori di iMob) e a 2 euro per tutti gli altri.
Tratto dal sito del Comune di Venezia (giugno 2012):
"Quello dei traghetti è un servizio essenziale per la città - ha spiegato l'assessore Bergamo - in quanto si tratta a tutti gli effetti di un trasporto pubblico legato alle tradizioni di Venezia. Questo cambiamento rappresenta una svolta storica che si è potuta compiere grazie al grande senso di responsabilità dimostrato dalle categorie coinvolte."

Saro' felice di informavi qualora vedessi nuovamente operativi gli stazi ora chiusi o in manutenzione.
Mi sono poi fermato a parlare con un gondoliere.
Avrà avuto circa 30 anni. Era cordiale e, mentre parlava con me, si muoveva sulla gondola come fosse stata cementata sulla terraferma. La gondola, sotto il suo peso, oscillava paurosamente. Immaginando di essere lui pensai a quanti voli in acqua avrei fatto cosi' gli chiesi: " ma vuoi dirmi che non sei proprio mai caduto in acqua?"
Lui sorridendo mi rispose di si e aggiunse che, per un gondoliere, cadere in acqua è da considerarsi il "battesimo" del gondoliere.
Volevo la sua opinione sulle gondole traghetto così' gli chiesi perché fossero operativi solo 3 stazi su 7. Mi rispose: "solo quelle di S.Sofia, S.Maria del Giglio e S.Toma" sono ancora oggi molto utilizzate. Le altre sono chiuse o in manutenzione". Poi aggiunse: "I turisti non usano molto questo servizio e i veneziani sono sempre meno. La decisione di tenere aperto uno stazio spetta al Comune non a noi gondolieri". Gli dissi: "è un vero peccato constatare che i veneziani vanno via da Venezia". Lui annui' e aggiunse: "il numero di residenti, da te rilevato in circa 59.000, è la somma degli abitanti di Venezia piu' quelli delle sue isole. Per questa ragione i veneziani rimasti in città sono chiaramente molto meno di 59.000".
Gli chiesi allora se abitava in città o in terraferma. Lui mi rispose che abitava a Castello. Disse: "è una zona tranquilla e mantiene molto della venezianità che invece altri Sestieri stanno perdendo". Gli chiesi se preferiva effettuare gli acquisti in città o in terraferma. Mi rispose:"preferisco farli, per comodità, a Venezia. In città, sono stati costruiti nuovi supermercati e quindi fare la spesa risulta piu' facile di prima". Lo provocai affermando: "sono convinto che le nuove generazioni preferiscano stabilirsi in terraferma per poter disporre di un' auto e di tutte le comodità che Venezia non può certo offrire (leggi case piu' confortevoli, magari con il giardino, negozi di ogni genere, spostamenti facili, divertimenti e quant'altro. Chi abita in città in case di proprietà preferisce vendere e utilizzare il ricavato per trascorrere il resto della propria vita in terraferma. Probabilmente qui rimane solo chi ha un'attivita legata al turismo come te per esempio che, con la tua gondola, porti a spasso i turisti. Lui, alzando le spalle e accennando un mezzo sorriso rispose: "è vero…" Lo salutai e gli augurai buon lavoro. Gondole Traghetto 08 11 2013 N3

6 commenti:

stephanie dupont ha detto...

me ne accorta anch io che certi erano chiusi,pensavo fosse una cosa passeggiera ma vedo che ci sono problemi..che peccato,speriamo sempre in bene, ieri ero a venezia ed ho preso quello di santa sofia...grazie a te per tutte queste info.....ciaoooooooooooooo

Emma Reese ha detto...

Ho preso il traghetto da San Tomâ qualche volta a maggio. E' stata un'esperienza piacevole. Spero che le tre stazi rimanenti continuino ad esser aperti.

Oscar ha detto...

stephanie e Emma: quello di S. Sofia è, per quanto mi risulta, il più' utilizzato. Mi auguro anche io che gli stazi chiusi vengano riaperti. Vi terrò aggiornati. Ciao

Anonimo ha detto...

Ciao sono Daniela e ho saputo da poco dell'esistenza di questi attraversamenti in gondola. Hai qualche aggiornamento sul loro funzionamento? Sto programmando una gita a Venezia e mi piacerebbe provarli... Grazie e complimenti per il tuo blog!

Oscar ha detto...

Daniela: a dirti il vero è da un po' di tempo che non controllo più'. Se la tua gita non è imminente posso assicurarti di aggiornarti. Fammi sapere.
Ciao

Anonimo ha detto...

Mi unisco alla richiesta di Daniela, dato che a ottobre sarò a Venezia per 3 giorni e mi piacerebbe farle conoscere anche ai miei compagni di viaggio (mi ricordo di avere utilizzato queste gondole ormai nel “lontano” 2011, grazie al consiglio di un veneziano doc).
Ciao e grazie, Gianni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...